Crimini violenti on line contro le donne

Un team di professionisti si propone di analizzare le recenti forme di crimini violenti contro le donne perpetrati attraverso la c.d. comunicazione orizzontale della rete, un modus operandi rivelatosi in grado di colpire un numero sempre più imprecisato di vittime. Molteplici gli oggetti dell’analisi: il profilo psicologico dell’agente, la criminogenesi e la criminodinamica dell’azione violenta, le influenze subculturali, le tecniche di comunicazione sul web, le reazioni della vittima, la normativa vigente in materia.

Particolare attenzione sarà rivolta al tipico crescendo della comunicazione violenta che dal generico insulto  arriva a colpire in modo sempre più sistematico e sempre più esplicito le parti più fragili della persona, spesso indotta a comportamenti suicidari, non infrequentemente al suicidio.